SOLIDARIETA’

In AGCI Lombardia è presente e consolidato ormai da oltre 20 anni il settore solidarietà, che tutela e valorizza le cooperative sociali operanti in Lombardia iscritte ad AGCI, ora anche nella più stretta collaborazione con le altre associazioni territoriali riunite in ACI Lombardia Welfare.

 

Le cooperative sociali iscritte ad AGCI sono perlopiù cooperative iscritte anche all’Albo Regionale nella sezione A, ovvero quella delle cooperative che erogano servizi di tipo socio-sanitario, assistenziale ed educativo in favore di minori, anziani e disabili, indicativamente in servizi acquisiti tramite bandi pubblici, come ad esempio: asili nido, servizi socio-educativi anche rivolti alla prevenzione, servizi domiciliari per minori, anziani e disabili, gestione di residenze per anziani e disabili, centri diurni anche integrati, attività semiresidenziali e simili.

 

Sono presenti anche cooperative sociali di tipo B, deputate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate, le quali si dedicano a servizi di tipo alberghiero o manutentivo in genere, spesso in convenzione ex Legge 381/91. AGCI Solidarietà registra presenze di consolidata professionalità ed esperienza tra le circa 50 cooperative associate, un valore che deve essere coltivato e promosso nella sinergia con le istituzioni, anche partecipando attivamente alla programmazione regionale, all’evoluzione normativa, allo scambio informativo.

 

Il settore solidarietà si occupa ora anche della promozione e tutela delle cooperative di comunità, una opzione cooperativa che affonda le proprie radici nella storia della cooperazione europea, con esempi straordinari di mutualità diffusa, che oggi si rivelano sempre più attuali tant’è che sono ora una opzione molto auspicabile soprattutto nelle piccole realtà comunali ove è pratica diffusa o comunque potenziale l’azione partecipata dei cittadini alla gestione di azioni di pubblica utilità. AGCI Solidarietà è presente ai tavoli della contrattazione territoriale ex CCNL Cooperative Sociali e fornisce informazioni, tutela ed assistenza alle associate, nonché presente ai tavoli di confronto tecnico relativamente ai servizi accreditati in Regione Lombardia

Massimo Ramerino

Responsabile Settore Solidarietà

“Ho 53 anni. Vivo a Gallarate da sempre e ho due figli. Mi sono laureato in Filosofia Teoretica all’Università Statale di Milano ed ho proseguito la mia formazione durante l’attività lavorativa, sia per quanto concerne gli aspetti inerenti il management, sia relativamente gli aspetti tecnici relativi al welfare. Mi potrei definire un ‘manager sociale’, per quanto questo possa apparire curioso, del resto i dirigenti di onlus vivono da sempre una profonda dicotomia tra il benessere sociale e la quadratura dei conti.

Dal 1992 sono un cooperatore e precisamente un cooperatore sociale, fondatore e socio-lavoratore di diversi sodalizi tra i quali il Consorzio Unison. I settori in cui ho maggiormente speso le mie energie sono quelli relativi ai servizi per minori e famiglie, ma in passato ho progettato ed avviato personalmente la gestione di alcune RSA in Milano e Lecco. Dal 1998 al 2016 è stata intensa la mia partecipazione anche alla vita e organizzazione della Associazione Generale di Cooperative Italiane, di cui sono stato Presidente Regionale, nonché membro della Presidenza nazionale del settore Solidarietà. Dopo quattro anni di forzato allontanamento, dal 2020 sono di nuovo impegnato nella gestione del settore sociale dell’Associazione Lombarda e membro della Presidenza Nazionale di AGCI, settore Solidarietà. Nel 2008 sono stato tra i più giovani accreditati dalla Regione Lombardia per la Direzione Generale di Aziende Sanitarie, cosa che non ho tuttavia perseguito. Attualmente sono Amministratore Delegato della Cooperativa Logos, del Consorzio Unison e della Cooperativa Sociale San Martino, nonché Direttore della “RSA San Giorgio” in Oliveto Lario.

Ritengo il modello cooperativo il più stimolante, per questo sono ancora qua.”